Stelle Ossee di Orazio Labbate, studioso del gotico

di Alfredo Zucchi

IOrazio Labbate è uno studioso del genere gotico: numerosi sono i suoi articoli di approfondimento, apparsi su svariate riviste letterarie negli ultimi anni; il suo stesso romanzo d’esordio, Lo scuru (Tunué, 2014), presenta originali tratti d’unione tra i codici propri del gotico e un elemento locale e identitario: la lingua siciliana, la sua letteratura e le sue figure ancestrali.

I Raplicanti di Luigi Pirandello

di Antonio Tedesco

Stefano Giogli si accorge un giorno che Lucietta, la donna che forse ha un po’ troppo frettolosamente sposato, non ama lui in realtà, ma l’idea di lui che ella si è minuziosamente costruita nella testa. Una sorta di clone mentale rivisto e corretto a proprio uso e consumo, e nel quale il povero Stefano, ridestatosi dall’iniziale ubriacatura dell’innamoramento repentino, non si riconosce. Eppure si rende conto suo malgrado di essere ormai prigioniero di quest’altro uomo a lui estraneo e che invece è per la moglie l’unico vero Stefano che esiste.

Giornata di studi sul racconto autobiografico: call for papers

Università di Bergamo

La giornata di studi Racconti di una vita. La narrazione biografica breve nella tradizione contemporanea si inscrive all’interno del Seminario sul racconto, iniziativa arrivata al suo terzo appuntamento dopo le giornate di studi del 2015 (Racconto italiano contemporaneo: percorsi, forme e letture) e del 2016 (Genealogie del racconto contemporaneo). Proseguendo nel tentativo di mappare il racconto in quanto genere e specifico “modo” della narrazione, questa giornata proverà ad affrontare la narrazione breve a partire da uno spunto tematico: il racconto biografico.

Narratori di poche parole

di Lorenzo Mercatanti

“C’era una volta in cui, all’improvviso, mentre ancora poteva, il racconto cominciò.” Inizia così Un racconto improvviso di Robert Coover, il primo dei 70 di questa antologia di racconti brevissimi, non vale per loro la definizione di short story ma quella di short-short story, short-short, due volte short, per dire che più breve di questi racconti c’è solo la striscia disegnata da Tom Gauld, intitolata storia breve, raffigurante uno scrittore al cospetto di un editore e il seguente dialogo:

“Volete pubblicare i miei racconti brevi?”

“No.”

Tutti i racconti di Andrea Carraro, una fenomenologia del male

di Filippo La Porta

Nel libro si potrebbero rintracciare due diversi filoni, tra loro congiunti: la nuda descrizione della violenza del “branco” (“L’altalena”, “Dopocena”)  -  feroce, esplicita, legata alla cronaca nera (e anche memore dei film di Scorsese), e poi la  indagine su una   violenza più nascosta, sottile, latente, quella della piccola borghesia, con tutto il suo carico di frustrazioni non dette e angosce inespresse (“Il gioco della verità”, “La lucertola”). Al centro una  disincantata fenomenologia del male.

Gennaio senza nome, la scrittura come nostos di Max Aub

di Giuliana Riccio

Come riuscire a guardare da dentro gli eventi che ti hanno cambiato la vita e allo stesso tempo assumere verso di essi un atteggiamento straniante? Come recuperare il passato cicatrizzandone il dolore senza risolverlo? E come far parlare i fatti, osservarli da più e più angolature senza perdere di vista il punto di vista personale, soggettivo e profondo di chi quei fatti li ha vissuti sul proprio corpo?

Il racconto sulle donne di Natalia Ginzburg

di Rossella Milone

 

È un testo che ha tutta l’aria di non essere un racconto, piuttosto una denuncia, una riflessione di quelle ampie col respiro trattenuto, potentissima. Eppure, nella sua narrazione lontana dai canonici parametri del racconto breve, possiede il metro tipico della brevità: raccontare un mondo, un universo, la complessità smisurata di un genere, attraverso pochissime pagine. È un testo fratturato in più punti, come se scrivendo l’autrice avesse avuto bisogno, ogni tanto, di un fazzoletto in cui respirare. Si chiama Discorso sulle donne, che apparve per la prima volta sulla rivista Mercurio nel 1948. 

Consiglia questa pagina su:

Informativa breve sull'utilizzo dei cookie [x]

Questo sito web utlizza dei cookie analitici di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione, basata sulle tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta l'informativa sui cookie

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Osservatorio Sul Racconto - 2014 Tutti gli articoli presenti su Cattedrale sono tutelati dalle clausole del Creative Commons